2013 – La Repubblica degli Abissi

10/02/2013
60° carnevale muggesano
Brivido presenta : “ La repubblica degli Abissi “

«Il nostro tentativo è quello di ricostruire l'ambiente marino. Vorremmo che gli spettatori avessero la sensazione di trovarsi proprio sul fondale di un oceano».
Il pesce grande che mangia il pesce piccolo, le lobbies che speculano sui più deboli: non si poteva scegliere metafora più semplice e di facile lettura, per dipingere il quadro della situazione a oltre tre anni della grande crisi economica. «La globalizzazione in questo momento non funziona, troppi amici e parenti si sono ritrovati all'improvviso senza lavoro»: è partendo da questa considerazione che la Brivido ha deciso di concepire l'idea che sta dietro alla «Repubblica degli Abissi».
Il mondo di oggi è come uno sconfinato oceano, nel quale i «comuni mortali» sono paragonabili ad un banco di acciughe, o a dei pesci pacifici che pascolano nelle praterie sconfinate delle alghe, oppure agli abitanti della barriere coralline o a gruppi di tartarughe emigranti, cibo decisamente appetibile per lo squalo, emblema dell'alta finanza.
Un tema non nuovo ma che, a quanto pare, non passa mai di moda.
«Dovremmo ribellarci a certe situazioni, anche partendo dalle idee più piccole. E, soprattutto, dovremmo concentrarci sui più deboli per costruire una società più giusta».
Ed è da questo argomento, che gli addetti della compagnia, hanno cercato e soprattutto cercheranno di rappresentare il difficile mondo sommerso in una sfilata carnevalesca, difficoltà dovute alle scene coreografiche, dove le persone fanno parte della scena e gli abitanti del mare vengono animati dalle stesse.
L’inizio della sfilata, sarà l’invito al pubblico di guardare dentro una grande maschera, posizionata nelle acque del Mandracchio a Muggia, e, da quel momento farlo viaggiare nella fantasia sconfinata degli “Abissi” dove si dà per scontato che tutto funzioni come una vera “Repubblica”, ma in realtà vige la legge del più forte, compreso anche l’inserimento dell’uomo, nel tentativo scarso di avere voce in capitolo in un mondo che non lo appartiene.
E chi se non lo squalo avrà  la scena principale minacciando i popolani con le sue regole, attenzione però all’umano che con i suoi modi strani di pescare e di riprodurre il mare in una vasca………
Arrivati fin qui, non serve parlarci sopra nel tentativo di impressionare chi di dovere, ma come sempre, prevale la voglia di stupire e di sorprendere della Brivido, presentandosi come al solito con grosse novità, e…. naturalmente buona sfilata a tutti!